Blog di Caissa Italia

  • Kris Di Giacomo e Elanor Burgyan vincono il concorso internazionale "Image of the Book"!

    Kris Di Giacomo e Elanor Burgyan vincono il concorso internazionale "Image of the Book"!

    19/07/2022

    Dopo "Cinque Minuti" di Natalia Mirzoyan, altri due albi originali Caissa Italia ottengono l'ambito riconoscimento!

  • Amy & Louis vince il Premio Nazionale Nati per leggere!

    Amy & Louis vince il Premio Nazionale Nati per leggere!

    07/05/2022

    La giuria lo ha prima selezionato e poi premiato con due motivazioni bellissime: ...

  • Felice Laudadio recensisce Giraluna per Sololibri.net

    Felice Laudadio recensisce Giraluna per Sololibri.net

    21/04/2022

    Giraluna è un girasole. Il gioco di parole è decisamente cercato e fortemente voluto. È un “altro”, però, rispetto alle migliaia di fratelli, allineati nel campo come tanti soldatini, in “file drittisssime” e tutti innamorati del Sole. Passano il giorno a guardarlo, con “la bocca sempre aperta in una O sognante”, voltandosi a seguirne il corso nel cielo.

    Lui è nell’ultima fila, in fondo. Ed è un po’ più basso. E più magro. Sembra anche triste, perché si sforza di guardare lassù, come gli hanno insegnato, ma quella luce forte gli fa male agli occhi. È un inno alla diversità, in parte sofferta.

  • Cristina Marra porta Sassolino in Sicilia

    Cristina Marra porta Sassolino in Sicilia

    20/04/2022 - Pubblicato in Ultime notizie

    Un sassolino è un piccolo corpo di pietra che se è riscaldato col ricordo e l’amore si riaccende di vita e mantiene la memoria di esistenze interrotte dalla furia dell’orrore nazista e antisemita. Un sassolino è un bambino, una donna, un uomo, è una delle tante vittime dell’Olocausto ricordate dalla storia illustrata di Marius Marcinkevicius e Inga Dagilè di Caissa Italia Editore.

  • La guerra vista da casa mia: Pavel Kvartalnov scrive ai bambini italiani

    La guerra vista da casa mia: Pavel Kvartalnov scrive ai bambini italiani

    05/04/2022 - Pubblicato in Rassegna stampa

    Pubblichiamo integralmente la lettera che Pavel Kvartalnov, autore del "Diario di una rondine", ha voluto leggere ai bambini italiani nel corso della diretta Internet "Abecedario della guerra e della pace" curata da Daniele Aristarco e Tatiana Pepe.

    Comincia così:

    «Grazie per aver trovato modo di ascoltarmi. Stiamo attraversando un periodo in cui parlare non è facile e ascoltare è ancora più difficile.

    Lavoro all'Università Statale di Mosca, insegno e studio il comportamento degli uccelli, e poi scrivo storie, compongo poesie e lavoro ai libri per bambini. Faccio spesso conferenze e di solito improvviso. Ma oggi leggo il testo da uno schermo, in modo che sia più facile da tradurre. Spero un giorno di potervi raccontare degli uccelli o dei miei viaggi in molti luoghi, ma oggi è più importante parlarvi di qualcos'altro e, anche se l'argomento non è facile, sono felice di avere questa opportunità. 

    Sono nato e ho vissuto tutta la vita a Mosca, capitale della Russia, pur avendo viaggiato molto in altre città e in altri paesi. Ma è Mosca la mia casa e per ora non ho intenzione di lasciarla. ...»