Love's kamikaze

      Love's kamikaze

      ratingNessuna opinione al momento/
      Domande e risposte

      Naomi e Abdel, ebrea lei palestinese lui, si amano. Il loro amore, una volta alla luce del sole, è ormai costretto dalla situazione politica in un «boudoir di cemento», dove i due giovani mettono a confronto le loro civiltà divise, toccando, ognuno dal proprio punto di vista, i tanti punti che separano i due popoli.

      € 8,08
      € 8,50 -5%
       


      • Spedizione gratuitasempre
      • Aiuta l'editoria e acquista direttamente dall'editore
      • Pagamento sicurocon carta di credito
      • Carta del docenteSpendi qui il tuo buono

      Dettagli Love's kamikaze

      Naomi e Abdel, ebrea lei palestinese lui, si amano nei sotterranei dell’Hotel Hilton di Tel Aviv. Il loro amore, una volta alla luce del sole, è ormai costretto dalla situazione politica in un «boudoir di cemento», il bunker del locale di controllo della centrale elettrica dove si svolge tutta la scena.

      Qui, tra un amplesso e l’altro, i due giovani mettono a confronto le loro civiltà divise, toccando, ognuno dal proprio punto di vista, i tanti punti che separano i due popoli, fino alla più amara delle consapevolezze – «Non possiamo sposarci, Naomi» – e al gesto purificatore e idealista con cui lanciano il loro paradossale messaggio di pace: «perché è sempre con i corpi che si scrivono le rivoluzioni».

      Love's kamikaze

      Naomi e Abdel, ebrea lei palestinese lui, si amano nei sotterranei dell’Hotel Hilton di Tel Aviv. Il loro amore, una volta alla luce del sole, è ormai costretto dalla situazione politica in un «boudoir di cemento», il bunker del locale di controllo della centrale elettrica dove si svolge tutta la scena.

      Qui, tra un amplesso e l’altro, i due giovani mettono a confronto le loro civiltà divise, toccando, ognuno dal proprio punto di vista, i tanti punti che separano i due popoli, fino alla più amara delle consapevolezze – «Non possiamo sposarci, Naomi» – e al gesto purificatore e idealista con cui lanciano il loro paradossale messaggio di pace: «perché è sempre con i corpi che si scrivono le rivoluzioni».

      Anno di pubblicazione:
      2019
      Pagine:
      80
      Formato:
      13,3x21 cm
      Rilegatura:
      brossura cucita
      Dorso:
      5
      Peso:
      120 gr
      ISBN:
      978-88-6729-064-2
      Lingua originale:
      Italiano

      Altri libri in Teatro ad Alta Velocità

      I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche: